Hai bisogno di aiuto?
Numero verde: 800-875-475
Servizio Hotline: Lun-Ven dalle 10:00 alle 16:00

Viaggiatori devono specificare le password degli social media quando attraversano il confine degli Stati Uniti

Chi vuole viaggiare negli Stati Uniti, ha bisogno di un visto ESTA o un visto. Un visto ESTA lo possono chiedere solo I passegeri dei paesi che fanno parte dell cosidetto Visa-Waiver-programma.

Nell modulo ESTA c´é dalla fine dell'anno scorso, un campo in cui i viaggiatori possono inserire i propri dati di social media. Fino ad adesso questa informazione è volontaria. Casi in cui si sono trasmessi svantaggi dopo averi inserito questi dettagli, non sono ancora notati. Tuttavia, ha riferito un avvocato americano dal caso di un proprietario di carta verde di una 22 enne dal Sudan. Questa avrebbe dovuto essere messa in discussione più di cinque ore in aeroporto. Durante l'interrogatorio, ha dovuto divulgare anche le sue dati di social media.

Il Segretario della Sicurezza Nazionale John Kelly vuole fare ancora un passo piú avanti. In futuro vuole interrogare più dati nell modulo ESTA. Questi includono anche i dati dei social media. Secondo Kelly, questi informazioni non saranno piú volontari, ma il richiedente deve essere obligato. Chi non vuole collaborare, non può entrare. In particolare, questo vale per i sei paesi a maggioranza musulmana, per i quali il governo degli Stati Uniti ha un divieto d'ingresso. La decisione finale non è ancora presa.

Finora, questo piano non è legalmente protetto. Questa pratica é anche criticata dagli diritti civili. Già lo scorso agosto hanno firmato 28 organizzazioni una lettera di protesta, affermando che, i controlli sono "costosi e inutili". I viaggiatori che davvero stavano progettando un attacco terroristico difficilmente inserire correttamente i propri dati. Inoltre, potrebbero essere discriminati i viaggiatori provenienti da paesi musulmani durante il sondaggio.

La discussione, di chiedere I dati dei social media non è nuova. Il 2 dicembre 2015, ci fú un attacco terroristico a San Bernardino, in California, in cui 14 persone sono morte. L'assassina aveva presumibilmente espresse nei social media, affermando sulla jihad. Peró in questo caso particolare, una revisione, non avrebbe potuto evitare questo attacco , perché queste manifestazioni accadono solo con messaggi privati.